Immagine di UNA NUOVA ALBA PER IL MERCATO IMMOBILIARE

UNA NUOVA ALBA PER IL MERCATO IMMOBILIARE

Un mio vecchio zio mi ripeteva sempre che la cosa più importante nella vita è avere la capacità di reggere e reagire all’urto delle situazioni drammatiche che improvvisamente ti piombano addosso, parole sacre, ed eccomi all’alba di una nuova era della storia dell’immobiliare, quando iniziai a fare l’agente immobiliare nel luglio del 1992 mi ricordo ancora la prima vendita fatta dopo 15 giorni di inizio attività, era un bicamere tipico di un condominio anni ‘70, quando i clienti vennero in ufficio a farmi la proposta di acquisto non credevo ai miei occhi, l’importo era 125.000.000 lire, quasi mi tremava la mano a compilare quella proposta di acquisto, una gioia immensa, i clienti fecero un mutuo per metà del valore e rimasi esterefatto dal tasso d’interesse applicato, era attorno al 13% annuo, eh si!! pensa che il mutuo regionale a tasso fisso agevolato era attorno al 7%. all’epoca e la città era piena di cartelloni pubblicitari di questa fantastica agevolazione :( da allora un lungo percorso che ha attraversato molte tappe.

 

Siamo passati all’euro dove i prezzi sono raddoppiati, un appartamento da 100.000.000 lire è diventato 100.000 euro, segue una costante crescita dei prezzi drogata da un sistema finanziario fasullo che sfocia nella crisi del 2008 (arrivata seriamente in Italia un paio d’anni dopo), improvvisamente il mercato si blocca, dalle 800.000 mila compravendite del 2007 passiamo a 400.000 compravendite all’anno nel 2013, le banche chiudono i rubinetti. 

 

Dopo anni di pesante crisi dal 2016 con una certa stabilità riparte la richiesta di immobili e il numero di compravendite risale per arrivare alle 600.000 unità residenziali vendute nel 2019 con una particolarità: mentre il numero delle compravendite sale i prezzi nel nostro bel Paese tendono ancora a scendere, unico in Europa, tuttavia anche sotto questi segnali i prezzi delle case iniziavano a prendere quota sopratutto sul mercato del nuovo. Insomma vedevamo il cielo azzurro e le previsioni davano un 2020 migliore rispetto al 2019. 

 

Poi arrivi tu corona virus, inaspettato e potente, cosi potente che per 2 mesi porti il fatturato delle agenzie immobiliari a zero, chiudi tutto, limiti il movimento delle persone, anzi le chiudi all’interno delle loro case, la paura corre negli occhi di chi incontri per strada e gli fai conoscere come non mai che il posto più sicuro al mondo è la propria casa, con questa consapevolezza riapro il 04 maggio, cosa succederà dopo? difficile saperlo oggi, ancora troppo presto e sopratutto mai vista una crisi che blocca l’intero sistema economico di un Paese fragile come il nostro, le precedenti crisi partivano da comparti specifici per poi come il principio dei vasi comunicanti innondare tutta l’economia, alcuni spunti ci sono su cui ragionare: le previsioni fatte da Nomisma danno una flessione delle compravendite per il 2020/2021 pari se non oltre a quelle già viste con la crisi 2008, per i prezzi, la previsione di discesa dal 5% al 10% a seconda della zona. 

 

Questi dati possono essere tanto migliori quanto il sistema bancario e azioni di politica economica mirata a sostegno di imprese e famiglie vengano messe in atto da subito per salvaguardare un comparto come quello immobiliare italiano che è stato il fondamento del risparmio e del volano di crescita del’Italia e degli Italiani, un mercato che valeva circa complessivamente 96 miliardi nel 2019.

 

Quando una persona decide di acquistare casa alla fine farà più o meno quella proposta di acquisto fatta nel 1992 a un ragazzo agli inizi della carriera, quello che è cambiato e il modo per arrivare a quella proposta garantendo a chi compra e a chi vende una elevatissima professionalità fatta di consulenza e conoscenza. 

 

Sono stati 2 mesi di formazione per me, con questa consapevolezza tra le varie strategie messe in atto ho creato questo blog, vuole essere per ognuno di voi un punto di riferimento nel mondo immobiliare, con spunti riflessioni, sempre con grande con grande chiarezza e trasparenza Il 04 maggio sarà per me non un ripartire da dove mi sono fermato ma sarà il giorno 1 di un nuovo mondo e la prima proposta d acquisto che prenderò dopo tale data avrà le medesime sensazioni di quella presa nel luglio del 1992. 

 

A presto Alfonso

Share:
Facebook
Twitter
Post correlati
Immagine di LO SMART WORKING RIDISEGNA LA DOMANDA IMMOBILIARE LO SMART WORKING RIDISEGNA LA DOMANDA IMMOBILIARE
immobiliare
sab, 19 settembre 2020
Immagine di IL SETTORE IMMOBILIARE HA SUBITO UN GRAVE TRAUMA TUTTAVIA L'IMMOBILE RESTA SEMPRE BENE RIFUGIO IL SETTORE IMMOBILIARE HA SUBITO UN GRAVE TRAUMA TUTTAVIA L'IMMOBILE RESTA SEMPRE BENE RIFUGIO
immobiliare
ven, 21 agosto 2020